Omega Speedmaster Mark II Prezzo, Recensione, Caratteristiche

0 57

Creato per celebrare le Olimpiadi di Rio 2016 in Brasile, il crono Omega Speedmaster Mark II è stato realizzato proprio con un cenno alle medaglie con anelli in oro, argento e bronzo che fanno da contorno ad ogni singolo volantino del cronografo.

In sostanza si tratta di una versione aggiornata del cronografo classico Omega Speedmaster Mark II che fu introdotto sul mercato nel 1969, per celebrare il primo sbarco sulla luna da parte dell’uomo.

Gli astronauti tra l’altro furono equipaggiati proprio con cronografi Omega Speedmaster Professional, ed oggi questi esemplari nelle mani di alcune persone valgono una fortuna, visto che molti sono stati battuti nelle aste più celebri del mondo a prezzi come minimo quadruplicati rispetto a quelli reali.

Nuova versione Omega Speedmaster Mark II

Oggi Omega ha dunque reintrodotto sul mercato questo iconico modello Speedmaster Mark II aggiornandolo con un nuovo movimento automatico, una scala tachimetrica che è visibile nella parte di luce più limitata del quadrante, e soprattutto con uno scappamento coassiale che per le sue caratteristiche strutturali serve ad ottimizzare il risultato in termini di precisione.

Caratteristiche Omega Speedmaster Mark II

Tra le principali caratteristiche dell’Omega Speedmaster Mark II è possibile trovare un bracciale in acciaio inossidabile spazzolato completo di fibbia a cremagliera estensibile e brevettato, mentre la cassa in acciaio inossidabile da 46 mm ed a forma di botte presenta una corona e dei pulsanti ben lucidati.

Sotto il vetro zaffiro piatto ed antigraffio il quadrante grigio ha un tocco di colore, con una lancetta dei secondi al cronografo centrale arancione fluorescente e una traccia dei minuti corrispondente.

Presentando un aspetto rassicurante dal punto di vista tecnico, il quadrante è completo di tre sub-quadranti (in gergo volantini) di facile lettura che sono di 30 minuti per quello posizionato al 3, di 12 ore all’altezza del 6 corrispondente anche alla finestra della data alle 6 e un piccolo secondi sub-dial posizionato alle 9 in punto.

Le lancette bianche e nere verniciate così come quella del cronografo centrale, sono anche rivestite con Super-Lumi-Nova che garantiscono una leggibilità ottimale anche nelle condizioni più oscure.

Per quanto riguarda invece la scala tachimetrica, va sottolineato che quando si decide di cronometrare un determinato tempo, l’informazione viene visualizzata tra la lancetta dei secondi centrale del cronografo stesso e la scala corrispondente e per 60 secondi.

Per fare un esempio: se si intende calcolare la velocità di un’auto che percorre la distanza di un chilometro, basta leggere sulla scala tachimetrica la velocità indicata dalla lancetta centrale dei secondi.

Il calcolo in tal caso è molto semplice, e come risultato si evince che la vettura viaggia a 120 km/h.

Lo scappamento coassiale dell’Omega Speedmaster Mark IIResistente all’acqua fino a 100 metri, questo straordinario orologio si distingue dal modello del 1969 che lo ha ispirato con il suo esclusivo movimento automatico Omega Co-Axial Calibre 3330.

Ufficialmente cronometro certificato dal COSC, questo movimento a carica automatica è dotato di una molla di equilibrio in silicio del tipo Si14 e di un meccanismo cronografico con ruota a colonne.

Lo scappamento coassiale in precedenza accennato, è stato appositamente progettato dai maestri orologiai del brand allo scopo di limitare al minimo l’attrito delle leve dell’ancora, e garantire quindi una maggiore precisione oltre che scongiurarne il consumo.

In sostanza seppur di ridotte dimensioni, il principio di funzionamento per certi versi e proprio in merito all’attrito è stato studiato prendendo come riferimento il cosiddetto detente, ovvero un tipo di scappamento molto in voga tra il ‘700 e l’800 nei cronografi marini con cassetta di mogano o di palissandro che serviva (per quei tempi) a garantire la massima precisione evitando il suddetto attrito delle leve dell’ancora.

Infine per quanto riguarda il prezzo quello di listino è di 5.900, 00 euro, ma visto il numero limitato di pezzi e i collezionisti che se lo sono accaparrati, sarà difficile ottenerlo ad un prezzo inferiore anche se usato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.